Lettori fissi

SOSTIENI LVdC

Sostieni anche tu La Via dei Colori, l'associazione che tutela i minori, acquistando un divertente braccialetto Stripes!ss. Il 30% del ricavato andrà a sostenere la LVdC e per acquistare il braccialetto invece su StripeS!SS
Io ce l'ho.

mercoledì 26 ottobre 2011

BLOG IN LUTTO

Monterosso
Borghetto
Brugnato
Levanto
Aulla
Bocca di Magra
e ancora
Fiumaretta
Ceparana
Bottagna
 e ancora
e ancora



acqua e fango, e non siamo in pianura, ma tra colline e piccoli monti, valli, dighe, boschi, alberi
il nostro territorio
ricco
di diversità
aspro e difficile
a picco sul mare
non c'è solo fango
si sono alluvionate città
montagne di automobili
montagne di tronchi
ponti crollati
grandi ponti crollati
le sirene che suonano
gli elicotteri che si alzano in volo
le ambulanze
i camion dei pompieri
le ruspe
i traghetti
i volti della gente che ha perso tanto
mio fratello, gli amici
i volti della gente che ha perso tutto
non solo la casa
ma la sua strada
il parco
la chiesa
il negozio
il proprio paese
la propria vita

E lo Stato non finanzierà mai più i danni da disastro ambientale
dovrà autofinanziarsi con imposte di scopo
LA REGIONE
una regione tra le più piccole d'Italia
con una densità abitativa non credo altissima
in pochi dovremo farci carico di danni che sono incalcolabili
QUESTO NON LO CAPISCO
non è corretto
Monterosso...
conoscete Monterosso? 
Distrutta.
Brugnato Borghetto Pignone
sono posti che non conoscete
forse, e dico forse, danno, davano prodotti agroalimentari di qualità superiore.
Distrutti.
Li guardi dall'alto
non esistono più.
E' dolore.
Io sono fortunata. 
Anche mio fratello, anche se oggi spalava fango, e l'acqua era salita ad un metro.
Anche se ha perso le sue sudate motociclette. E anche qualcos'altro.
Anche la mia amica, che oggi con la pompa levava l'acqua, e buttava via i giochi della bimba.
Perchè almeno, intorno a loro, il paese esiste.
Si ripulirà, ma esiste.
Più in là.... peggio del nulla.

Paesi dotati di memoria, antichi borghi, dove la gente, davvero non più giovane non ricorda niente di simile, e ora si guarda intorno e vede pezzi di storia disciolti dal fango.

E' dolore.
Una spada che ti entra nel cuore, perchè porta via non solo le cose, ma le abitudine di una cittadina intera.
Come un terromoto.
E non basteranno gli anni per ricostruire.
Sono sconnessa, scrivo parole. Eppure non ho parole da dire.
Alle immagini che vedo le lacrime si affacciano, a buttar acqua sopra altra acqua.



20 commenti:

  1. Ho visto le immagini...
    No comment...
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  2. Queste cose non dovrebbero più succedere nel 2011... E' una cosa tristissima purtroppo...

    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. Non riesco a commentare... penso che il dolore che si prova in questi casi sia solo pari all'indignazione causata.

    E.

    RispondiElimina
  4. Non ci sono parole...le immagini parlano da sole.
    Spero ke in tutto questo disastro nonostante abbiano perso molto trovino la forza per rialzarsi!

    RispondiElimina
  5. Conosco Monterosso..lo conosco bene..ogni estate ci voglio andare almeno una volta..e ci vado..mi piace troppo..e l'idea che non esista più,come altri posti inacatevoli da te nominati fa troppo male..io so cosa vuol dire..qua in Versilia se ricordi c'è stato l'alluvione..e anche qua portò distruzione e morti..ti sono vicina..cercat edi farvi forza..qualcosa forse riuscirete ad avere a livello di risarcimento..non molto..ti mando un abbraccio forte..Pippi.

    RispondiElimina
  6. La mia solidarietà e cordoglio a tutta la popolazione.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  7. Ringrazio ancora per le tue testimonianze; chi meglio di te conosce il territorio. Volevo visitare le Cinque Terre quest'estate; ma alcuni dolorosi problemi familiari, mi hanno impedito questo tour.
    Rispettando sempre il dolore di queste ore, se vuoi, posso pubblicare un tuo post nel mio blog, anche perché sono testimonianze dirette della situazione. Puoi contattarmi via e-mail, trovi l'indirizzo su contatti nel mio blog.
    Grazie ancora e resto a disposizione per qualche tua notizia.

    RispondiElimina
  8. una cosa terribile, inqualificabile, non possiamo più tollerare certe cose. Davvero tanto tanto dolore.

    RispondiElimina
  9. Mi unisco a quanto detto dagli altri. Mi dispiace...

    RispondiElimina
  10. terribile per chi la vive ma anche per chi la vede
    questa distruzione della natura
    sicuramente per chi la vive sarà terrificante
    forza e coraggio

    RispondiElimina
  11. Io sono nato a Levanto, anche se ora vivo distante. Ho visto immagini che mi hanno velato gli occhi. Sarà dura per chi vive lì, ance se spero che tutti noi potremo dare una mano.

    RispondiElimina
  12. non conosco Monterosso, non ho seguito, non ho visto immagini, non riesco a vederle, mi spiace solo e preferisco non guardare.. è una vergogna che il governo non si occupi di queste calamità.. mia zia ha perso due volte tutto a causa di alluvioni e diga che non ha retto l'acqua.. i sui racconti sono terrificanti.. posso solo dirti, coraggio, siete sani e salvi è la cosa più importante..

    RispondiElimina
  13. Ringrazio tutti voi per le parole di conforto. Siamo in attesa di capire se si riuscirà a fare qualcosa, e a recuperare qualcosa... anche se il vuoto qui è tanto. Non in città, la città non si è resa conto dell'accaduto, le zone disastrate sono isolate e le notizie filtrano lente, i chilometri, pochissimi, che ci dividono sembrano decuplicati, motli paesi sono tuttora irraggiungibili. Iniziano le voci sulle resposabilià e le colpe... ma "nessuno sa niente"... e allora il sospetto che qualcosa di andato storto, almeno in parte, ci sia stato... viene.
    Chi può partecipi alle donazioni anche via sms, noi proveremo a organizzare una raccolta fondi come scuola. Grazie ancora per il conforto. Serve anche quello.

    RispondiElimina
  14. Ne parlavo con mio marito due giorni fa... ci chiedevamo se in epoca di ipod, viaggi sulla luna, connessioni a migliaia e migliaia di distanza sia mai possibile che una pioggia e dico una pioggia non uno tsunami, possa creare tutto questo!! Inutile cercare colpevoli tanto in Italia non si trovano mai perchè c'è un bel gioco chiamato scaricabarile, uniamoci invece per aiutare praticamente chi na ha bisogno. Io sono qui. Tu che sei sul posto facci sapere!

    RispondiElimina
  15. Povera gente......ho provato a immedesimarmi per cercare di capire cosa si prova a perdere in un attimo tutto ciò per cui ci si è sacrificati o, peggio ancora, le persone amate......è terribile
    Grazie per questo post

    RispondiElimina
  16. Ciao, sono Stefylù e ti ho letta nei commenti da Fata Giopi. Piacere di conoscerti anche se avrei preferito altra occasione.
    Vivo a Spezia dal '97,non conosco alcuni dei paesi coinvolti ma in altri ci sono stata e solo pensare che tutto è cambiato per sempre fa male.
    Sono così scioccata che a distanza di giorni non riesco a scrivere d'altro nei miei blog... e vivo la paura per gli alluvionati in vista del nuovo maltempo...
    Abbraccio te come abbracciassi loro!

    RispondiElimina

Mi piace leggere i vostri commenti, anche e soprattutto quelli di persone di passaggio, ho tolto le verifiche con i numerini intraducibili e se non hai un utente google puoi scegliere il formato Nome/url compilando solo il nome.
Grazie per la fiducia con la quale mi seguite.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...